Autografo di A. de' Medici
Autografo di A. de' Medici

 

Alessandro de' Medici

 

Al vescovo di simpatie repubblicane Antonio Altoviti, successe nel 1575 Alessandro Medici (1535-1605), uno dei discepoli prediletti di S. Filippo Neri.
Ciononostante, egli raggiunse la sua sede solo nel 1584 e nel 1605 sarebbe divenuto Leone XI per soli diciassette giorni. Sua madre, Francesca Salviati, era la nipote di Leone X. Fu ambasciatore di Toscana presso Pio V, cardinale dal 1583 e legato apostolico a Parigi per la riconciliazione con Enrico IV.

 

A differenza della passione pastorale mostrata dal grande vescovo fiorentino S. Antonino Pierozzi, il cardinale Medici, che pur nutriva qualche desiderio interiore di rinnovamento, era preoccupato soprattutto di non scontentare il governo locale amante più della tranquillità politica del granducato che di scelte riformiste che avrebbero potuto creare scontento e tumulti.

 

Il risultato fu una politica ecclesiastica esitante (PRO I, 39), tesa al mantenimento dello status quo, con serie incongruenze sia nella vita del clero diocesano che regolare, caratterizzata da avidità di onori, cupidigia di beni terreni, adulazione dei potenti come S. M. Maddalena aveva da lamentare (CO II, 213-214).

Coro monastico del Carmelo ora cappella del seminario
Coro monastico del Carmelo ora cappella del seminario


Canti

Per la prima volta edizione critica ed edizione in italiano moderno

del testo di S. Maria

Maddalena de’ Pazzi

 

Quaranta Giorni

 

Prefazione di Mons. A. Bellandi, Vicario Generale dell'Arcidiocesi di Firenze, già Preside della Facoltà Teologica dell'Italia Centrale.

Le parole di 

Papa Francesco

 

Omelie

 Madre Pacifica del Tovaglia amica e segretaria  di

S. Maddalena 

 

 

+  28 Settembre 1627

 

Le Madri di

S. Maria degli Angeli


Venerable

Rosemary Serio

(English)

9 Maggio Commemorazione

 

       

Video della

Terra Santa